Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookies

Ricordando l’inizio dell’avventura: Vent’anni… + uno di Duecon Progetto per la Famiglia

L’Associazione “DueCon Progetto per la Famiglia” è nata un pomeriggio di maggio di ventuno anni fa da un piccolo gruppo di donne, utopiste impenitenti appassionate del cambiamento, come esito di un fortunato incrocio di strade e di discorsi, in cui l’esperienza di ognuna confluiva in un sentire e in un obiettivo comune.
Alle spalle di ognuna, un bagaglio importante: il lavoro di ogni giorno con bambini ed adolescenti sofferenti, feriti, inquieti, disarmati in mezzo alla guerra tra genitori ferocemente ostili o gelidamente distanti. Davanti, come sfida e progetto, la promozione ed il sostegno ad un modello di famiglia capace di rinunciare alle grida degli adulti per dare spazio e voce ai troppi sussurri inascoltati dei figli.
Nasceva da qui la nostra piccola associazione, con un nome sportivo ed un sogno ambizioso.
DueCon” è un termine di canottaggio, il nome di un’imbarcazione da gara che viaggia nella sintonia tra due robusti vogatori ed un piccolo timoniere che dà la direzione. La scelta di questa immagine per caratterizzare da subito il nostro orientamento: un itinerario comune in cui far convergere le energie di due genitori energici e la leggera, preziosa unicità del “più piccolo” del gruppo.
Una proposta semplice, lo scopo originario della nostra associazione: ridefinire il lavoro di consulenza, sostegno e presa in carico di chi lavora con la famiglia, riformulandone gli obiettivi secondo la rotta tracciata dalla sensibilità dei figli, dai loro messaggi, dalle esigenze che segnalano durante il loro percorso di crescita.

Il sogno e l’impegno che ha unito tutte le professionalità e le competenze, che si sono incontrate e confrontate nel nome di DueCon Progetto per la Famiglia, è cresciuto e si è ampliato nel corso di questi complessi venti anni (…più l’ultimo che abbiamo vissuto, ancor più complicato e ancor più pieno di domande, di sfide e di esigenze pressanti), ma è rimasto fino ad oggi fedele a questo nucleo iniziale: riorientare il percorso evolutivo della famiglia, in tutti i momenti di emersa fragilità o di temporaneo arresto, che possono contraddistinguere i molteplici itinerari di vita, verso la centralità dell’ascolto dei figli.
Il suo “progetto per la famiglia” non è che la promozione di questo modello e questa direzione per la famiglia contemporanea, e nel suo segno l’Associazione ha costituito durante tutti gli anni della sua attività uno spazio culturale e professionale in cui far confluire le competenze, le esperienze, il coraggio e l’impegno di tutti i suoi membri, per favorire nei bambini e negli adolescenti un percorso evolutivo sufficientemente armonico e sereno.
Per perseguire questa linea ha utilizzato la ricerca ed il potenziamento di quegli strumenti, interventi e sostegni necessari a prevenire il disagio delle persone più giovani e fragili o ridurlo; si è impegnata nella costruzione di metodi innovativi idonei a tradurre i loro messaggi e dirigerli verso il loro maggiore benessere psico-affettivo, relazionale, sociale; ha riunito e formato operatori capaci di rendersi sensibili all’ascolto, di fare rete, di sensibilizzare le persone dei diversi ambienti agli stessi obiettivi.

Una delle prime lezioni che DueCon Progetto per la Famiglia ha insegnato a tutti noi è che per dare voce ai bambini ed agli adolescenti è essenziale dare ai genitori (ai singoli padri, alle singole madri, alla coppia) occasioni di attenzione, comprensione e lettura dei bisogni dei loro figli, e contesti e strumenti idonei alla traduzione dei loro messaggi, all’incontro ed alla comunicazione tra giovanissimi e adulti.
La famiglia è stata ed è, di certo, il cuore ed il destinatario principale delle nostre attività, ma con uno sguardo più esteso rispetto all’orizzonte del nucleo semplificato ed arcaico di padre/madre/figli; è sempre stata ed è oggi, pienamente, da intendersi come una costellazione di forme familiari variamente declinate, emergenti dai mutamenti sociali e culturali dei decenni trascorsi, portatrici di molteplici, più differenziate e più articolate istanze rispetto al modello tradizionale del secolo scorso; i figli che vi appartengono parlano con molte voci e molti e svariati linguaggi, anche silenziosi, a volte dolorosi come i sintomi di una malattia.
Per tutto questo, il sostegno ai genitori ed il potenziamento della comunicazione tra genitori e figli sono state le strategie fondamentali del nostro lavoro, ed il motto che ha rappresentato la “mission” dell’Associazione DueCon Progetto per la Famiglia, fin dai primi tempi della sua esistenza è:

essere, diventare o tornare ad essere
genitori più sicuri, sereni e consapevoli
è il primo passo per la prevenzione
del disagio infantile ed adolescenziale

Poi, nel corso degli anni, la famiglia come contesto di intervento e le linee operative del sostegno genitoriale e familiare hanno cominciato ad estendersi oltre i loro stessi confini; le aree di intervento e le professionalità si sono sempre più arricchite ed ampliate, includendo poco a poco la scuola, il territorio, i servizi socio-sanitari, il mondo del lavoro , i percorsi di legge . Le nuove tecnologie ed i nuovi codici di espressione sono diventati oggetto di riflessione, di arricchimento e qualche volta di superamento di rischi, distanze ed ostacoli, come è accaduto nel corso di quest’ultimo anno, quando le obbligate separazioni tra persone e l’impossibile raggiungimento di contesti e servizi ha trovato nuove formule e modalità per articolare risposte alle perduranti e spesso accresciute istanze di supporto e orientamento.


Sono sempre e purtroppo tanti i bambini e gli adolescenti che richiedono aiuto: fragili, spaventati e ripiegati o arrabbiati, ansiosi, in fuga, spesso confusi, che ci ricordano quanto l’obiettivo sia sempre attuale, spesso lontano dal raggiungimento di un benessere almeno accettabile; ci segnalano quanto le loro voci siano ancora soffocate o tradite dalle ragioni gridate degli adulti (soprattutto, e come non mai, in un anno surreale come questo). Ma noi siamo ancora qui, come ventuno anni fa, a voler dare loro ascolto per offrire alcune risposte alle loro domande; così come ad accogliere genitori, insegnanti, operatori per offrire sostegno, consapevolezza, chiarimento, per aiutarli a riconoscere in loro stessi i momenti di fragilità, delusione, o confusione, e restituire voglia, sincerità, passione, maggiore efficacia al loro impegno quotidiano.

Ma questo non vuole essere solo un ricordo e un bilancio, ma …un appuntamento! Ci aspettano altre sfide e nuovi orizzonti; altri contesti, esperienze e persone con cui cominciare a confrontarci o da cui continuare ad imparare; per ritrovare e raggiungere insieme, noi e loro, nello stesso “viaggio” e nello stesso impegno, le ragioni dei “piccoli” al centro del progetto di famiglia e di società.

Napoli, 29 maggio 2000 / Napoli, 29 maggio 2021
Paola Miele Caccavale

 


Contattaci

Indirizzo: Via Santa Brigida, 79 Napoli

Telefono:  0812514011

Email:  duecon.st@tin.it